STUDIO

Ca.Sa.studio – Carriero Sansoni architetti

Ca.Sa.studio nasce a Roma dal comune intento degli architetti Livio Carriero e Valeria Sansoni di coniugare attività professionale, ricerca progettuale, esperienze accademiche e didattica, con particolare attenzione – nella teoria quanto nel progetto – ai temi dell’intervento sull’esistente.
In tutte le attività di Ca.Sa.studio, la costante dedizione tanto alla ricerca quanto alla pratica del progetto, alimenta i due campi di interesse, che si intrecciano e si arricchiscono a vicenda.
La passione per il progetto di dettaglio e per la gestione della realizzazione, nonchè la volontà di soddisfare le aspirazioni del committente inteso come abitante e le aspirazioni del luogo inteso come memoria e potenzialità spaziali, fa dell’architettura degli interni uno dei principali campi di interesse dello studio.

Livio Carriero (Mesagne – BR, 1984) è architetto, dottore di ricerca e tutor universitario.
Nel 2009 consegue il Diploma di Laurea Specialistica a Ciclo Unico in Architettura U.E. presso la Facoltà di Architettura di “Sapienza” – Roma, con una tesi progettuale in Architettura degli Interni sul recupero e trasformazione dell’esistente.
Nel 2018 consegue il titolo di Dottore di Ricerca in “Architettura. Teorie e Progetto” e dal 2008 collabora come tutor universitario per corsi, Laboratori e Tesi di Laurea nelle Facoltà di Architettura delle Università di Roma, Milano e Parma. E’ membro del Re-LAB. Laboratorio di Rigenerazione, Recupero, Riqualificazione del Dipartimento di Architettura e Progetto di “Sapienza”, collaborando ricerche universitarie e pubblicazioni scientifiche. Con i membri del Re-LAB ottiene, nel 2013 , il 4° posto ex-aequo al Concorso internazionale di progettazione per la riconversione del sito industriale della Mazzoleni in via Marconi, Seriate.
Ha collaborato con lo Studio Jemmi di Parma, con il quale co-firma il progetto per il nuovo pala-eventi di Parma, e con lo studio Seste Engineering (Aymonino, Aymonino, Cimato, De Fazi,Trinca) di Roma.
Prende parte a diversi progetti nell’ambito della ricostruzione post-sisma dell’Aquila.
E’ stato membro del gruppo di progettazione che ha realizzato il progetto di allestimento ed interni della stazione San Giovanni della metro C di Roma.

E’ autore di un saggio all’interno della pubblicazione Farris A., Grimaldi A., Lambertucci F., Archeologia per chi va in metro. La nuova stazione di San Giovanni a Roma, collana DIAP Print/Progetti, Quolibet editore, 2019.

Valeria Sansoni (Roma, 1984) è architetto, dottore di ricerca e tutor universitario.
Nel 2010 consegue con Lode il Diploma di Laurea Specialistica a Ciclo Unico in Architettura U.E. presso la Facoltà di Architettura di “Sapienza”- Roma, con una tesi progettuale in Architettura degli Interni sul tema della riqualificazione dell’esistente.
Nel 2015 consegue il titolo di Dottore di Ricerca in “Architettura. Teorie e Progetto” e dal 2009 collabora come tutor universitario per i corsi di Museografia, Allestimento e Architettura degli Interni, ed il Laboratorio di Sintesi Finale in Progettazione degli Interni e Allestimenti, della Facoltà di Architettura di “Sapienza” – Roma.
Dal 2010 al 2016 collabora con lo studio romano n!studio – Susanna Ferrini architetto in progetti e concorsi nazionali ed internazionali, tra cui, nel 2014, il Concorso internazionale di progettazione a procedura ristretta per la realizzazione della nuova mediateca sul sito dell’edificio storico vincolato del Convento delle suore Francescane di Deauville, Francia. E’ membro del RE-LAB. Laboratorio di Rigenerazione, Recupero, Riqualificazione del Dipartimento di Architettura e Progetto di “Sapienza”, collaborando a numerose ricerche universitarie e pubblicazioni scientifiche. Con i membri del Re-LAB ottiene, nel 2013 , il 4° posto ex-aequo al Concorso internazionale di progettazione per la riconversione del sito industriale della Mazzoleni in via Marconi, Seriate.
Attualmente è assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Architettura e Progetto di “Sapienza”, Roma e sta sviluppando una ricerca sulla riorganizzazione degli spazi espositivi del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia a Roma, e sul recupero delle annesse ex Concerie Riganti.

E’ autrice, per Editrice Aracne, di Massimo Carmassi. Trasparenza del nuovo nell’esistente (2020), Riconoscere i nostri Maestri. Strumenti progettuali di intervento sul costruito in Carlo Scarpa e Franco Albini (2020).